12 giu 2013

Go and buy it... now. Il gilet.


Non si può dire che sia uno dei capi accessori più funzionali del mondo, ed è forse questa la sua forza: la, quasi, totale assenza di utilità. Per essere soltanto un capriccio da fashionista è la destrezza con cui viene abbinato a renderlo desiderabile: vezzo esclusivo, rigorosamente al maschile, nella Francia alla corte del Re Sole diventa un complemento irrinunciabile per la gente "che conta" anche negli anni successivi alla restaurazione. La sua sofisticata allure contraddistingue un vero gentleman dal popolo e lo si vede far capolino in ogni salotto bene, in ogni stanza dei bottoni. Tuttavia bisognerà aspettare ancora un bel po' perchè possa entrare nel guardaroba femminile: è Yves Saint Laurent, tra un abito Mondrian e uno smoking, a dedicargli una intera collezione negli anni '60. Da li in poi un crescendo di consensi gli regala una versatilità mai vista prima: diventa hippy con le frange scamosciate, dandy in versione gessata e androgino se scelto di un paio di taglie più grandi. Non è una giacca e nemmeno un top ma, d'altronde, a che servono le maniche quando possiamo farne a meno?

{ 1 | sartoriale effetto tuxedo Asos 2 | in stile parka con coulisse in vita Stradivarius 3 | ricoperto di perline Zara 4 | in denim con due tasche frontali Kiomi via Zalando 5 | a doppio petto Zara 6 | oversize in flanella Stradivarius 7 | con bulloncini sul bavero H&M }

2 comments:

Maria ha detto...

il gilet non è mai stato tra i miei trend preferiti... Però quelli in jeans mi piacciono molto, sono mesi che ne cerco uno e quello di kiomi è davvero carino!

Cristina Elle ha detto...

Ciao Maria, gilet in denim ne ho visto anche da Stradivarius ;)