20 giu 2013

Give me five... rules.


Save the date: 6 Luglio 2013, giorno di inizio saldi, praticamente the doomsday (-> QUI le date regione per regione).
Ecco cinque piccole regole per spendere al meglio i vostri soldi.

INVESTI IN TE STESSA

Tutti gli chef del mondo concordano sul fatto che, per una buona cucina, il segreto risieda negli ingredienti: più sono freschi e di prima qualità più il risultato sarà eccellente. Ma quante volte in preda allo sconforto abbiamo cercato di occultare i rotolini con capi strategici o abbiamo evitato gonne troppo corte per colpa di gambe poco toniche? Per non parlare di quelle che hanno nell'armadio quel paio di jeans di una taglia in meno che aspetta da secoli di essere indossato. Ognuna di noi ha qualcosa da nascondere, ma ora non ci sono più scuse: mollate il telecomando, il pacchetto di patatine e mettetevi all'opera, serviranno piedi per terra (non aspettatevi di perdere quattro taglie in un mese, ad esempio), fatica, costanza, forza di volontà (tantissima) e tempo ma verrete ampiamente ripagate. Alle più fortunate -beate loro!- basterà poco: una pedicure vitaminica, il taglio o la messa in piega perfetta. Sentitevi speciali, uniche, perchè siete voi il principale ingrediente della ricetta. Il resto è solo un contorno.

NO COMPROMESSI

Quando gli e-commerce non esistevano e tutti avevano il loro negoziante di fiducia accontentarsi era all'ordine del giorno, d'altronde non si poteva pretendere di avere tutto a portata di mano. I più fortunati si rivolgevano ad una sarta per ottenere quello che più si avvicinava a ciò che avevano in mente. Ma grazie al web ora è impossibile non trovare il capo dei desideri con un paio di click. Quello che cercate esiste ed aspetta solo di essere trovato, il fatto che si trovi dall'altra parte del mondo è praticamente un fatto irrilevante.

PUNTATE ALLA PERFEZIONE

Non di voi stesse, ma di quello che state comprando: quando in camerino l'elettrocardiogramma è piatto e l'unico verso che vi suscita un capo è un timido mugolio di approvazione significa che quel capo non vi sta comunicando nulla. Se lo shopping con l'amica più sincera e cinica che avete vi sembra un atto di sadismo per l'autostima sarà sicuramente meno frustrante dell'affrontare un armadio colmo di capi che non vi convincono e, soprattutto, del senso di colpa nel controllare il saldo sull'estratto conto a fine mese.

♦  KEEP CALM AND... TENETE SOTTO CONTROLLO L'EUFORIA

Abundance is the enemy of appreciation.” 
[Happy Money: The Science of Smarter Spending - E. Dunn, M. Norton]

Avete finalmente trovato il jeans perfetto, per di più scontatissimo, e vi state dirigendo di corsa alla cassa senza pensare che... ne avete altri venti simili in armadio! L'adrenalina e la scarica di eccitamento che si sprigiona nell'attimo che precede lo strisciamento della carta di credito vi rende vulnerabili e poco lucidi: il marketing lo sa e punta praticamente tutto su questo per vendere. Non solo state per aggiungere l'ennesimo jeans alla, oramai, collezione di pantaloni ma state pagando anche quell'emozione, spesso a caro prezzo.

ALLARGATE GLI ORIZZONTI
 
Ci sono tagli, stampe e colori che alcune donne non prendono nemmeno in considerazione, il motivo è uno soltanto: ci rassicurano! Sono la nostra coperta di Linus e il pensiero di non avere in armadio un capo, spesso in numerose versioni, che salva ogni look ci rende inquieti. E' così che si diventa jeans dipendenti o, ad esempio, black-addicted, basandosi sulla sicurezza che nessun altro colore potrà mai eguagliarlo e rischiando il colpo di sole in estate oltre che l'effetto becchino in inverno. Se mai e poi mai vi sognereste di comprare un paio di slippers solo perchè ancora ridete all'idea di Briatore con le sue babbucce monogram cercate di non essere così categoriche verso voi stesse: quello che non dona a qualcuno potrebbe star magnificamente ad un altro. Voi magari siete l'altro, ma se non provate come fate a scoprirlo?

Ora che siamo quasi pronti, scaldate i motori, sfoderate le wish/need list (non ne avete ancora una? rimediate!), armatevi di tenacia, pazienza e... good luck!

1 comments:

Style begins at forty ha detto...

Gran bel post, complimenti!

http://stylebeginsatforty.blogspot.it/