15 apr 2013

L'esotismo moderno di Altuzarra

{in alto da sinistra in senso orario: sandalo con zip frontale e tacco rivestito Kelsi Dagger via Zalando, harem pants stampati Asos, longuette stampa paisley Asos, blazer a righine con fondo peplum Mango, sciarpina in crochet con perline Wallis, pantaloni in satin stampa orientale Zara. Al centro: sfilata primavera/estate 2013 Altuzarra}

Riecheggiano le esotiche atmosfere persiane da Altuzarra, come se le novelle di Sherazade potessero rivivere una seconda esistenza per mano dello stilista parigino. Le numerose radici e influenze multiculturali ricevute in famiglia lo portano a ricercare un compromesso tra culture, tradizioni ed esperienze di vita diverse. Cercando di far dialogare mondi agli antipodi ci ritroviamo con una odalisca del ventunesimo secolo che rigetta gli antichi costumi rimanendo in bilico tra una sartorialità neutra dai toni sussurati e sete preziose finemente decorate. Anche quando la bilancia sembra pendere a favore dell'esotismo il dettaglio pratico non manca con le zip strategiche che rendono il capo ON/OFF in pochi secondi. I gladiatori ideati da Gianvito Rossi per il marchio completano infine il connubio tra occidente e oriente. Nessun confronto e nessun antagonismo presenti, solo vite e linguaggi diversi raccontati in un'unica storia.

3 comments:

Chicchi ha detto...

Molto belle queste fantasie in versione "Mille e una notte"! MI attirano molto quelle sui toni del blu!

Fra ha detto...

Oddddiiiiiio quei pantaloni Zara <3<3

Cristina Elle ha detto...

St'anno Zara si è "scatenata" con la tendenza orientale, inutile dire che comprerei TUTTO!