09 apr 2013

Hot Trend: una giacca da fuoricampo

{1 • giacca in chiffon con banda a contrasto H&M 2 • monocromatica in satin DKNY 3 • bomber stampa orientale Zara 4 • a stampa tropicale Next 5 • giacca varsity con maniche a contrasto Topshop 6 • a motivo jacquard Asos 7 • a stampa impressionista Lashes 8 • giacca effetto patchwork Urban Outfitters. Non in foto: bomber ricamato Zara, con stemma applicato New Look, con bottoni a pressione Stradivarius. A sinistra: backstage sfilata Just Cavalli PE2013}

Contrariamente a quanto possa sembrare dato l'aspetto acerbo la varsity jacket, nota ai più col nome bomber, affonda le sue insospettabili origini nella seconda metà del diciannovesimo secolo. Prodotto della cultura universitaria americana è ad Harvard che comincia la sua storia: Einstein direbbe che dalla crisi nasce la creatività, le nostre nonne si accontenterebbero del vecchio adagio "Fare di necessità virtù" fatto sta che nel 1865 la squadra di baseball della storica università del Massachusetts cercava un modo economico per distinguere i giocatori migliori dal resto del team. Ed è proprio da qui, ovvero dai caratteri oversized in stoffa applicati alle giacche in flanella dei fuoriclasse, che si ritrova l'origine di questa giacca sportiva che dopo quasi un secolo e mezzo sembra al massimo vintage, ma mai retrò. Negli anni '80 un giovanissimo Tom Cruise in Top Gun rese glamour la versione militare fino a farla diventare il pezzo cult dei paninari, una sottocultura giovanile nata a Milano che annoverava tra gli altri alcuni capi must-have come gli stivaletti Timberland e l'immancabile bomber Avirex. Magari lo charme non era quello del tenente Maverick ma la cuccata era quantomeno assicurata.

0 comments: