23 apr 2013

Fifties parade: Hitchcock revival

{ 1 | gonna flared in lino con chiusura a sacchetto Asos 2 | bra-top floreale Kelly Brook via New Look 3 | bowling bag Zara 4 | camicetta con inserti in pizzo H&M -simile Only via Zalando 5 | pumps slingback con fiore Nine West via Zalando. Illustrazione in basso a sinistra: Megan Hess}

I thriller ansiogeni di Alfred Hitchcock approdano nei catwalk primaverili coniugando la minuziosa sartorialità anni '50 al muliebre savoir faire del periodo. Il New Look Dior con le turbinose gonne a ruota che, volteggiando, rivelavano il desiderio di tornare a sognare dopo decenni di dittatura e conflitti spadroneggiano in un panorama che sempre più pretende di smorzare i toni in un periodo che proprio roseo non è. E quale modo migliore di glorificare un momento storico se non attingere dal suo repertorio cinematografico cercando di interpretarne le pellicole come riflesso della creatività e delle contraddizioni dell'epoca? Il maestro del brivido e la sua inseparabile moglie nonchè fonte di ispirazione Alma Reville tornano sul grande schermo interpretati rispettivamente da uno straordinario Anthony Hopkins e dal premio Oscar Helen Miren mentre una Scarlett Johanson fuori dal comune veste i panni di Janet Leigh nel ruolo che fu di lei nel film Psyco del 1960. Cercando di cavalcare l'onda favorevole anche numerosi designer si lasciano trasportare: Donna Karan cerca di eludere le suggestioni esotiche con una collezione votata al minimalismo stilistico che risparmia persino sui colori, Oscar de la Renta celebra il punto vita facendovi convergere tutto il suo interesse mentre Alice Temperley, con la collezione da lei battezzata "Return to Elegance", accarezza le voglie femminili di romanticismo in chiave fifties. Scommetto che un fremito v'è passato per la schiena, e stavolta non per la paura.

1 comments:

Style begins at forty ha detto...

Mi piace molto quello di Oscar de la Renta :-)

http://stylebeginsatforty.blogspot.it/