17 apr 2013

A volte basta poco, o anche meno.

{dall'alto: pochettina con passamano effetto rettile H&M, abito in cotone taglio ad A COS -anche in lino effetto denim COS- cinturina slim Nelly, smalto Dolce de Leche Opi, cerchietto con decorazioni H&M, pochette in satin con macro fiocco Ted Baker via Asos, pumps scamosciata con cinturino Dune, zeppa con applicazioni Carvela via Asos, lip gloss ultralucido H&M. A sinistra in sfilata: abito in cady di seta con drappeggi in sbieco e cintura skinny Valentino}

Un abito Valentino può esser considerato alla stregua di un investimento sul mattone: solido che più solido non si può. Con l'aplomb incurante di chi è sicuro di sé Maria Grazia Chiuri e Pier Paolo Piccioli avanzano driblando le critiche di chi vede la maison fossilizzata sui classicismi e il risultato è un delizioso stil novo: una collezione intima e profonda che rimembra gli inizi di un giovane Valentino quando, nel 1959, apre il suo primo atelier nel cuore della capitale, in Via Condotti. Una serie di creazioni che vanno oltre il piacere di apparire e che sconfinano quasi nell'Haute Couture: come un album dei ricordi si procede partendo dalla realtà nuda e cruda del neorealismo cinematografico in cui si mostrava senza mezzi termini un paese ferito e stremato dalla seconda guerra mondiale che cercava di rimettersi in piedi fino allo sfarzo della Dolce Vita quando la ripresa era ormai avviata e tutto sembrava più semplice. Sfiorando il paradosso temporale la Roma delle memorie si fa nitida grazie alle sottovesti dai dettagli cut-out, alle scollature composte e alle pettorine in pizzo ajour. Anche le silhouette si allineano diventando sinuose ma senza mortificare le forme femminili, anche quelle generose. A riportarci avanti nel tempo saranno i soprabiti in pvc con profili in rettile o profilati di borchie e le zeppe in lucite multisfaccettato e ricoperte di strass. Raffinata, elegante, sensuale, senza tempo, unica. Cosa chiedere di più?

3 comments:

Chicchi ha detto...

Sono d'accordissimo, è esattamente la mia filosofia ;) !

Bacioni

Fra ha detto...

Che bello il colore Opi <3

Cristina Elle ha detto...

Fra, io per gli smalti vado matta per i rosa in generale :)