20 mar 2013

Smells like fashion spirit...

♪ a sinistra: due immagini del backstage dalla sfilata Dries Van Noten PE2013. A destra seguendo l'ordine numerico: round sunglasses verde menta Mango, camicia a quadri Zara, decolletes laminate Patrizia Pepe via Zalando -a sandalo open toe Zara- tracollina stampa leo Zara, cropped trousers stampati Zara -camicia abbinata Zara- pantaloni joggers con stampa laterale H&M, camicia in cotone leggero H&M, borsa a mano con laccetto Zalando Collection, slippers intrecciate Zara -pumps check print Aldo via Asos

Se consideriamo la storia dello stilista belga Dries Van Noten di certo non ci stupirà la ribellione al proverbiale minimalismo che contraddistingue i suoi colleghi connazionali, non saranno i ricami floreali, il melting-pot dilagante e le inclinazioni androgine a farci sussultare: è più che altro la maestria dei dosaggi a folgorarci. Con la sapienza che contraddistingue un piccolo chimico il designer controlla e sperimenta generi agli antipodi riuscendo persino nel tentativo di unire l'incompatibile. Anche quando il tema è l'irriverenza della musica grunge DVN mantiene una certa dose di gusto snobbish: è così che la stampa plaid si fonde con i tagli sartoriali e i ritmi orientali vengono sfumati diventando ancora più intensi. Sottrarre per aggiungere, anche nella moda evidentemente ci vuole il sound giusto.

2 comments:

Chicchi ha detto...

Ehi, questo tuo post mi fa quasi piacere lo scozzese ;) ... e non l'avrei mai detto!! :D

Bacione

Cristina Elle ha detto...

In effetti così è molto più digeribile :D