10 feb 2013

Ironici, colorati divertenti, spassosi... si insomma, a fumetti!

{al centro: 3.1 Phillip Lim pre-fall 12-13. In alto da sinistra in senso orario: nécessaire a pois New Look via Asos, orecchini con punteggiatura Asos, orologio cartoon Paul's Boutique via Asos, pantaloni joggers stampati Topshop, pochettona lucida Aldo via Asos, tracolla in canvas New Look via Asos, calzettoni con striscia fumetto Topshop}

In tempi come questi c'è un gran bisogno di eroi, non necessariamente dotati di superpoteri, che comunque aiutano, ma se non altro per la rassicurante sensazione che ci sia sempre qualcuno a ristabilire l'ordine e a portare un po' di giustizia in ogni situazione, anche nei momenti peggiori. Spente le tredici candeline però è decisamente impossibile trovare desiderabili questi capi se non con un pizzico di ironia, la stessa usata negli anni '50 dagli artisti della pop-art per mitizzare, o smitizzare, i prodotti di largo consumo.
Le stampe digitali, le striscie monocromatiche e le balloon d'espressione si mescolano a capi più concreti: da Phillip Lim il fumetto è usato per ridimensionare la linearità dei tagli, effetto contrario da Diesel Black Gold dove una drama queen attira la scena in una valle di lacrime tra gonne plissé e borchie a pastiglia. Non tutte le principesse indossano scarpette di cristallo ma soprattutto non si accontentano dello scontato lieto fine e la designer Yaz Bukey, nipote del sultano Mehmet VI, ne è la prova: col suo brand non solo sfida le ire della famiglia di origine ma ci serve addirittura la testa di Kaiser Karl (Lagerfeld) a mo' di borsetta.
La vita delle donne è sempre più dura, ma mai come quella delle bambine cresciute negli anni '80: a meno che non abbiate solo sorelle e che non abbiate frequentato classi separate è impossibile non aver ripetutamente rischiato l'osso del collo durante la preadolescenza. Tutta colpa de L'uomo Tigre -e di Hulk Hogan poi- che trasformava fratelli, compagni di giochi e cugini in pericolosi lottatori da ring.
Hai voglia poi ad attendere il Superman di turno per la salvezza dell'incolumità.
Insomma il messaggio tra le righe è uno solo: lottate, ma senza dimenticare il lato ludico della vita.
Ed, infine, il periodo carnevalesco suggerisce i cookies a tema, piaceranno a tutti e non solo ai più piccini.

{da sinistra: maglia a maniche lunghe Topshop, orecchini a nuvoletta Asos, gonna a tubo Topshop, tee stampa fumetto Topshop, berretto a fagiolo Topshop, borsa a mano stilizzata Yazbukei}

0 comments: