07 feb 2013

A grandi linee...

{in alto da sinistra in senso orario: backstage sfilata Oscar De La Renta SS13, longuette svasata Asos, camicia incrociata Oasis -anche da Zara- skinny jeans a bande verticali Topshop -simili Motel- le gemelle Mary-Kate e Ashley Olsen ai Fashion Award, bowling tote squadrata Asos -box clutch Oasis- flippy dress Tosphop, pumps con punta bicolor Zara}

Cultori del bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto esultate: la moda estiva è categorica e non conosce vie di mezzo, o bianco o nero, ma senza rinunciare a nessuno dei due.
Se le due primavere precedenti erano state quelle del multicolor questa è sicuramente quella del crosswalk: eliminati gli abusi cromatici si ritorna ad un basilare ed austero, per quanto possibile, binomio tra colore e non colore. I due estremi all'antitesi, quasi due antagonisti che accostati l'un l'altro danno il meglio di sé. Esaltazione dello stile marinière che per questa volta diventa a grandi linee andando oltre le t-shirts in stile bretone amate da Coco Chanel per adottare capi più aggiornati e in linea con i tempi moderni. La sperimentazione va dalle bluse incrociate alle pumps che fanno il verso a Dorothy Gale, protagonista de Il Mago di Oz, fino ai jeans skinny che ricordano quasi un tendone da circo, pur con fattezze ristrette. E se anche Oscar De La Renta, dall'alto dei suoi ottant'anni con più di mezzo secolo di onorata carriera, fa sfilare un prom dress dall'inclinazione geometrica, così come Raf Simons per Dior Couture SS2013, allora potete starne certi: è la scelta giusta.

1 comments: