06 nov 2012

Sign of the Cross: Versace fall winter 2012-13

 {a sinistra: defilè autunno-inverno Versace e Aquilano Rimondi. A destra seguendo l'ordine numerico: little black dress stampato Rare via Topshop, abitino con maniche in tulle Boohoo, orecchini in palladio e smeraldi Roberto Cavalli, tracollina scamosciata con applicazioni Swildens via Yoox, canotta con decori NewLook, tubino con applicazioni Asos, bikers con croce borchiata Larley by Les Tropéziennes, collier con maxi pendente Mood by Jon Richard -non in foto: stivali al ginocchio in velluto e pelle Versace, minigonna con croci ricamate Bershka, body stampato NewLook, mini in pelle ricamata Asos, collier in perle multiciondolo Asos}

2012 come il 1997. Non è Haute Couture ma è ugualmente preziosa. Al Ritz Hotel di Parigi sfila l'ultima collezione d'alta moda disegnata da Gianni Versace, due giorni prima del fatale attentato: Naomi Campbell in un tubino seconda pelle color cioccolato decorato da una croce greca riccamente guarnita calca a grandi passi la passerella. Quando il mercato perde elasticità la carta vincente sta nei classici della maison, in un periodo di incertezze i pragmatici e rassicuranti punti fermi valgono più di futili novità. Donatella lo sa e per questo ha scelto questo preciso momento storico per tenere fede ad una vecchia promessa completando il lavoro del fratello scomparso nel 1997.
Una vera e propria drama queen: i tubini a colonna effetto second skin, la profusione di pelle e velluto, i dettagli in cotta di maglia e le stampe in croci gioiello ne fanno la regina del palcoscenico, uno stile a metà tra Medioevo e Rinascimento, gotico e allo stesso tempo proiettato verso il futuro.

2012 as 1997. It's not Haute Couture but it's equally precious. At the Paris Ritz Hotel the last fashion show of Gianni Versace, two days before his tragic death: Naomi Campbell tread the catwalk in a chocolate brown leather dress with an embellished cross. When economy is not flourish people need something concrete, for this reason the traditional classics of a brand are important. Donatella knows it and seize the opportunity to honour what she promised at his brother: complete his last collection. A real drama queen: the second skin column dress, a lot of leather fabric and velvet, the chain mail details, the cross jeweled prints make a woman the queen of scene. A woman between medieval times and Renaissance, a gothic style which is looking to the future.
 

2 comments:

Chicchi ha detto...

un'ottima analisi, la tua!

Molto carini gli abiti - anche nelle versioni low cost, come quello di Asos!

Cristina Elle ha detto...

Io ho dei ciondoli con croce bizantina comprati minimo un decennio fa... ma penso che di non avere il coraggio di indossarli ugualmente :D