02 nov 2012

Focus On: Bags - Le borse per l'autunno inverno 2012-2013

{in alto da sinistra in senso oraio: borsa bicolor con placche metalliche Alice Chloé, doctor bag in vitello con borchiette City Marquise Emilio Pucci, in pelle di coccodrillo Roulis Hermès, con placca a forma di gufo Orchard Burberry, con passante Heroine Alexander McQueen, dalla forma strutturata Papermoon Furla, color cognac Holdall Valextra, con maxi chiusura Natalia Tom Ford, in rettile con mini manico Newton bag Emilio Pucci, con chiusura in rilievo Pelican Alexander Wang, effetto croc Leti Bag Rochas, in stile retrò Dr Lanvin Lanvin, con targhetta frontale Madame Jil Sander, in alligatore Miky Tod's, in pelle di cervo con zip orizzontale Malavoglia Jil Sander, a cubo Delfina Box Bally, rossa in pelle glazed Antonia Marc Jacobs}

Cosa sono: le borse più in del momento ma meno viste delle loro colleghe modaiole, le vere e proprie it-bag che oramai si vedono praticamente ovunque su blog e riviste (vi dicono nulla i nomi trapeze bag Céline, 2jour Fendi, Sicily Dolce&Gabbana, Giselle Blumarine, Florence bag Roberto Cavalli?). Dei veri e propri investimenti, anche per il prezzo, che possono vantare un validissimo punto di forza: non essendo legate a trend specifici possono essere considerate delle borse senza tempo, non meno esclusive delle loro cuginette-it balzano agli occhi solo delle vere intenditrici. Al contrario dei must-have non conoscono inflazione (visiva) e per questo non corrono il rischio di annoiarci. I loro nomi non sono legati ad icone o a starlette del momento ma semmai a periodi di grande fermento, si va dalle rivendicazioni anni '70 dell'Alice Chloè fino alla purezza semplicistica della Malavoglia Bag che consacra il brand Jil Sander finora poco noto per gli accessori. Borse di carattere quindi, dalla classica linea a trapezio fino alle bowling bag passando per la rassicurante doctor bag, la borsa da dottore che sicuramente le nostre mamme conservano ancora da qualche parte. Rivendicano il loro posto tra gli astri nascenti e, come prevedibile, cominciano ad attirare le prime copie low cost.

The coolest bags of the season but a little less well-known than their colleagues which are the real it-bags of the season that we have also seen everywhere (did you ever hear about Céline trapeze bag, Fendi 2jour tote, Blumarine Giselle bag, Roberto Cavalli Florence bag?). A real and good investiment, even for price, that has his strenght in the fact that these bags are not in a specific trend, they're timeless bags, that only a well trained eye can recognize. On the contrary they don't suffer the (visual) inflation, so they can't bore us. Their names are not from icons of the past or socialite of the present-time but they come from very revolutionary ages just like the seventies Chloé Alice bag till the stylistic purity of Malavoglia Brand which legitimate Jil Sander brand in the trade of accessories. Bags with a soul, from the trapeze shape til the bowling bag through a classic, the doctor bag. They're looking for a place in fashion landscape and, as was absolutely predictable, a lot of low cost copies are coming out.

{click to enlarge • in alto da sinistra: bowling bag Asos, dalla forma a rombo Asos, shopper con impunture Zara, a trapezio Caleidos -simile da Stradivarius • al centro da sinistra: color lampone Accessorize, stampa serpente Silvian Heach, color carne con taschina frontale Accessorize, a canestro Zara • in basso da sinistra: a bauletto OVS, lucida ad effetto coccodrillo Carpisa, tracollina compatta Zalando Collection, effetto croc Mango}

0 comments: