18 ott 2012

Un autunno extra-large

 {da sinistra in sfilata: coat color cielo in panno di lana Céline, cappello in visone striato, gilet in pelle e maxi bag Marc Jacobs, cappotto con colletto imbottito Acne, tagliato a vivo con profili a contrasto Lanvin, ladylike Jil Sander. In basso a sinistra: Taylor Tomasi Hill in Comme Des Garçons all'ultima Paris Fashion Week. Nella Mini-Selection da sinistra: coat in lana con maniche a 7/8 Cos, collana con maxi pendente Asos, gilet con martingala Zara, maglione con macro pois Mina via New Look}

Dieta ricostituente per i nuovi capispalla: via l'effetto seconda pelle, via il perfect fit. Non si tratta di comprare una taglia in più per comodità, il minimo ora è un extra di tre taglie, l'autunno insomma ci vuole farciti come hamburger da fast food. Non che sia la migliore delle premesse, ma di certo sempre meglio che stare a stecchetto. I designer giocano con le proporzioni facendole lievitare, stravolgendole e massimizzandole raggiungendo talvolta il clownesco. L'abbondanza torna ad essere una caratteristica desiderabile, da rincorrere a tutti i costi: i maxi cilindri in pelliccia di Marc Jacobs e i soprabiti sagomati riflettono un desiderio di ritorno al pleonastico. Persino le nuances non vanno per il sottile, dal rosso all'arancio è una sfida a chi brilla di più, fino alle stampe fiorite di Comme Des Garcons dove Rei Kawakubo fa sfilare abiti e coat pop-up che sembrano (s)bucare (dal)lo schermo. Collezioni di grande spessore, fisicamente parlando.

Coats gain weight: no more second-skin effect, no more perfect fit. It's not a matter of comfort: designers want us as a double cheeseburger. Not a good preamble but it's better than stay on short rations. Stylists play with proportions making clothes bigger, sometimes with a funny result.
Opulence is charming, once again, a status symbol: the fur top hat and the shaped coat reflect a desire of richness. Even colors are bold: red and orange with flower prints just like in Comme Des Garcons runway: the cloud dresses of Rei Kawakubo  have a great screen presence. Clothes of substance, literally. 

 

3 comments:

Chicchi ha detto...

Che sia un modo elegante per nascondere i chiletti invernali ? ;)

È da farci un pensierino! :D

Cristina Elle ha detto...

Evviva, a natale pandori e torroni a gogò :D

Style begins at forty ha detto...

A me stanno malissimo questi modelli extra-large, invece di nascondere aulentano :-(