19 set 2012

MoMA-Runway

{a sinistra: abito stampato e guanti in nappa Missoni. A destra dall'alto: gonna peplum e tubino senza maniche tutto Stella McCartney Evening Collection, ombrello stampato Ebay, pumps spuntate New Look, zeppe con plateau a contrasto New Look, pumps con tacco scultura Nicholas Kirkwood}

The Art of Fashion: l'eterna diatriba sulla moda in quanto arte o meno non si arresta e anzi continua la sua corsa sfidando le ire di chi proprio non riesce a concepirla come materia nobile. Protagonista incontrastata dell'autunno-inverno è proprio lei, una delle più elevate tra tutte le sue espressioni, la pittura, nella sua formula caotica, intensa, vigorosa e un filino schizofrenica, risultato di un'esistenza travagliata che accomuna il destino attuale del mondo con quello di chi cercava di evadere dalle sofferenze quotidiane riproducendo le emozioni su tela. Con le sue vorticose spennellate porta un po' di disordine nei nostri guardaroba trasformandolo in una private collection di rara beltà. E' così che la maison Missoni trasforma la connessione con la natura in un long dress variopinto, ed è così che Stella McCartney digitalizza le sue stampe facendole diventare un quadro astratto. Arte o meno è l'universalità del mezzo il vero punto fermo.

The Art of Fashion: the eternal struggle about fashion (art or not?) is not closed and actually is more overt than ever. This challenge is keeping to provoke the anger of whom can't believe that it is a noble matter. The leading actress on the fall winter runway is definitely art, or better, painting, in the chaotic, strong, and a little messy form, result of an hard existence which share with the world the desire of traspose emotion on canvas. With dizzy strokes they bring a little disorder on our closet, making them a beautiful private collection hard to find. In this way the Missoni brand transform the connection with nature in a long multicolor dress, and in the same way Stella McCartney digitize her prints making them an abstract painting. Art or not, this is with no doubt an universal message.

0 comments: