02 ago 2012

New Obsession: Lily Calla

{in alto da sinistra in senso orario: bracciale in argento Pennabili, completo in lana radzmir con collo di pelliccia dalla sfilata Yves Saint Laurent, sciarpe di seta Valentino, camicia stampata a fiori Paradise Found via Asos, bracciale in argento Yves Saint Lareunt, profumo ai fiori di gelsomino, calla e ambra Calvin Klein Beauty, con boccetta dal design floreale Idylle Guerlain}

Il più sobrio dei fiori, un bocciolo dall'innata grazia scelto da Stefano Pilati in omaggio al pubblico dell'ultima collezione da creative director della maison francese Yves Saint Laurent: il simbolo floreale di un'eleganza discreta ma lussuriosa è scelto per comparire con argentea fierezza abbarbicato ai polsi e al collo delle indossatrici, talvolta si posa morente sui tailleur e sulle longuette dalle stampe jacquard con tutto il suo turgido pallore. Inorgoglisce i vitini da vespa e le silhouette anni '80 che fanno della donna YSL una dominatrice dall'insaziabile femminilità. E proprio a questo concetto si ispirano due fragranze dall'accordo atipico e dalla presentazione raffinata, entrambi riportano al modernismo della calla eliminando tuttavia la veemenza carnale da mangiatrice di uomini che contraddistingue la scelta di Pilati. E' una seduzione caparbia ma prudente, volutamente misurata per confondere la preda, dalle timide apparenze come quella Valentino per la sua donna Resort 2012. Ed è forse proprio quest'instabilità e questa doppia vita a farne uno dei fiori più amati di questa stagione. Solo per vere strateghe.

0 comments: