22 ago 2012

Fifty Shades of Grey


{in alto da sinistra in senso orario: abito tricot con linea a clessidra Stella McCartney, gonna in pelle e blazer color ghiaccio Acne, cappotto su due livelli Chanel, coat in feltro con tasche in rilievo Chloé, pantaloni stampati e canotta Diesel Black Gold, maglione a mezze maniche con cinturina in vita Michael Kors, camicia e gonna in tweed N°21, blazer con inserti per la cinta Trussardi, top e gonna in duchesse oversize Giles, maxi coat Zero+Maria Cornejo, soprabito con dettagli in feltro Philosophy di Alberta Ferretti, giacca, gonna a matita e maglia in jersey Maison Martin Margiela, coat egg-shaped Issey Miyake, abito plissè in chiffon Christian Dior, cappottino con cintura impunturata Gianfranco Ferré, top con scollatura profonda e pantaloni Gabriele Colangelo, felpa con dettaglio in pelliccia, camicia e pantaloni in tweed Reed Krakoff}

Cinquanta sfumature di grigio per altrettanti accostamenti ton sur ton: il best seller estivo, un po' noir un po' erotico ma soft, miete vendite record e non soddisfatto riaffiora nei meandri del guardaroba per la prossima stagione. Il grigio, tinta caratteristicamente autunnale, ci conquista per il suo essere e non essere, per la sua essenza a metà tra bene -bianco- e male -nero-, ma anche per il binomio che vuole la saggezza sotto una chioma sale e pepe. Dal ghiaccio passando per l'ardesia e l'acciaio fino al novello greige ogni bagliore rispecchia una mitezza dalle venature equilibrate. Intercede puntualmente in un contesto dove gli eccessi non sono più ben visti nonostante la loro massiccia presenza: il mantenimento di un low, anzi middle, profile è visto come necessario in passerella per andare a stemperare l'opulenza dei trends proposti. Se da una parte il barocco e il tapestry trainano la fantasia di chi non vuole rinunciare a nulla dall'altra bisogna tirare la cinghia e un po' di rigore è d'obbligo per ristabilire l'ordine. Tutto e niente, o quasi, la dicotomia perfetta.

Fifty Shades of Grey and the same number of color combinations: the summer bestseller, a soft-erotic book with 40 million copies sold worldwide, so, the arrival in our closet of this color seemed almost inevitable. Grey, a fall color, seduces us with its "to be or not to be", in the middle between white (good) and black (evil), but even for the wisdom in salt and pepper hair. From ice through slate grey, from steel gray to greige every nuance reflects a sense of stability. It comes in a background where excesses are not more well-seen, where the low-profile seems to be a need to tone down the trends full of opulence. On one hand baroque and tapestry print, on the other hand minimalism, to recover neatness. Everything and nothing, the perfect match.
 

4 comments:

Chicchi ha detto...

Che meraviglia questo post, Cristina! Voglio tutto! :)

Anonimo ha detto...

bello bello bello!
queste si che sono sfumature di grigio ;-)
aspetto un post con le copie low-cost...so che sei bravissima!

laura

Carmen ha detto...

Ciao bella! mi complimento ancora con te! adoro il tuo blog! sei troppo brava!
un bacione e ci becchiamo su Alf!

http://lamakeupposa.blogspot.it/

Cristina Elle ha detto...

Cri, altro che colore piatto e monotono (io adoro il grigio!), mi attivo per qualcosa di low cost ^_^
Grazie Carmen per il complimento :*