28 giu 2012

Dossier costumi 2012, part II

Secondo tempo -giusto per rimanere in tema calcistico- del dossier "costumi: cosa compro?".
(per chi se l'è persa QUI la prima parte)
Ecco le risposte:

 {foto grande: due pezzi Calzedonia. Sotto da sinistra: con dettaglio increspato Norma Kamali, slip con volant laterale Mouille Naomi via Asos, fascia con nodo Pimkie (slip in vendita separatamente), con fiocchi Oysho, bikini componibile fascia e slip Accessorize}

EMERALD: il colore più caldo della stagione. Taglia di 50mila dollari per chi riesce a trovare la latitante versione laguna Calzedonia che pare essere sold out su tutto il territorio italiano. Nonostante il modello continuativo la brillante sfumatura fu galeotta. Ma nulla è perduto anche grazie alla massiccia offerta, meno male.

{da sinistra: fantasia tropicale Undercolors of Benetton, con cinturina inclusa Calzedonia, con applicazioni floreali Asos, in jersey iridescente LaRedoute, con dettaglio centrale Elisabetta Franchi}

MONOSPALLA: e asimmetrico, sia in tema ladylike Calzedonia sia nella sofisticata proposta Elisabetta Franchi. Elegante per un bordo piscina, un po' meno pratico per l'abbronzatura.

{a sinistra: due pezzi vita alta Tatjana Anika via Asos. A destra dall'alto: stampato H&M, bianco con drappeggio Philippe Matignon, effetto optical Ted Baker}

HIGH WAIST: ne è passato di tempo dal due pezzi più minimal della storia ideato da Karl Lagerfeld per il il defilè swimwear Chanel 1996, quando un pizzico di nudismo sembrava quasi avant-garde. Talmente tante le evoluzioni che in quasi 20 anni di nudo ostentato sui media e sulle spiagge si cerca di tornare al vintage anni '50. Mutandoni ascellari riservati alle più audaci, il bikini a vita alta collaudato dalle nostre nonne torna in auge più smagliante che mai. Diffidate da chi cerca di propinarvelo come prodotto miracoloso per coprire la pancetta, purtroppo richiede una forma fisica impeccabile.

{da sinistra: trikini con inserto traforato Calzedonia, con banda centrale ricamata Asos, in crochet Free People}

SEE-THROUGH: elaborato ed eccentrico probabilmente non sarà mai il preferito delle fanatiche della tintarella. Valido alleato per gli aperitivi da spiaggia o per raffinati pool-party ma assolutamente vietato durante le prime esposizioni al sole, a meno che non vogliate lanciare un eccentrico tipo di body-art (senza inventare nulla di nuovo in ogni caso).

{a destra: fascia intrecciata Yamamay. A destra dall'alto: color pesca H&M, incrociato Zara, a microrighe LaRedoute, imbottito New Look, con intrecci SeaFolly}

KNOT: il bikini più famoso del mondo nonchè quello indossato da Ursula Andress in veste di bond girl nel 1962, diventato un pezzo di storia, non solo del cinema, guadagnandosi di diritto un'intera pagina su Wikipedia. Si rinnova perdendo le spalline e si attorciglia su se stesso, ma la formula originale è ancora intatta dopo mezzo secolo di onorata carriera.

2 comments:

Anonimo ha detto...

Quest'anno l'ho preso a fascia inctrecciata (tipo quello dela laredoute, color corallo e slip a brasiliana (che nn so se avrò il coraggio di mettere:D)
cadina

Cristina Elle ha detto...

Cadina tu sei magra magra di che ti vergogniiiiiiii