16 feb 2012

Burn baby burn

{da sinistra: sandali stiletto con fiamme Prada, tubino modello Herford L.K. Bennett, anello in metallo Topshop. Sfilate da sinistra: Maison Martin Margiela, On Aura Tout Vu, Prada}

Potremo ribattezzarlo runway inferno: figure demoniache si aggirano nella scena delle collezioni primaverili portando il loro carico di esoterismo e mistero. Nessun segno di rendenzione per questi capi dall'allure pirotecnica ma una spasmodica corsa all'originalità, da Prada la declinazione è in forma soft e i dettagli ravvivano un abito dal sapore vintage fin troppo bon ton mentre i sandali fiammanti fanno il verso ad un'atmosfera in stile American Graffiti. Il trio di On Aura Tout Vu va oltre per la sua linea Haute Couture interamente centrata sul tema del fuoco, un vero e proprio spettacolo in cui l'entrata in scena coincide con l'incendio volontario di un top fatto interamente in fiammiferi. Il fascino dell'aldilà, dove ardono le fiamme per coloro che troppo spesso cedono alle tentazioni, si fa largo nel panorama della moda, non resta che decidere se tendere la mano al diavolo adescatore, per questa volta nelle spoglie di affabile stilista, o meno.

 {qui sopra: Jeremy Scott PE2012}

0 comments: