22 ott 2011

Uffici da sogno: Rachel Zoe Headquarters


Stilista, editor, consulente per molti fashion brands internazionali, personal shopper e stilist; ha vestito celebrità come Nicole Ritchie, Mischa Barton, Keira Knightley, Kate Beckinsale, Cameron Diaz, Liv Tyler, Demi Moore, Eva Mendes, Anne Hathaway, Kate Hudson et cetera, et cetera...
Con un curriculum del genere è ovvio che anche il suo studio doveva essere all'altezza.
L'ufficio che qualsiasi donna vorrebbe possedere, e non soltanto per le ampie vetrate, per il parquet in rovere chiaro a grandi listelli chiaro o per il caminetto in vetro temprato, ma per il suo contenuto: centinaia di borse, scarpe e abiti, veri e propri ferri del mestiere per Rachel Zoe.
Quando si dice fortuna...

{spesso le chiedono se passare 7 giorni su 7 in mezzo ad 'all sorts of good things' non la lascino oramai indifferente. Ed ogni volta lei smentisce categoricamente. Ci conferma che è decisamente impossibile stufarsene}

 {è questo il vero fulcro dell'ufficio, qui nascono le sue creazioni e i progetti. Ambiente minimale e nessun accenno di scarpe e borse in giro, per avere la mente sgombra da distrazioni}

 {anche Rachel, come le comuni mortali, prende spunto da servizi di moda, scatti fotografici e advertising. Gli occhiali invece sono un pezzo vintage}

 {uno scorcio del vecchio ufficio ora adibito a 'magazzino'. Qui nascono i nuovi look perchè, secondo Rachel, si parte sempre dal passato}

 {disposti in fila come soldatini questi nail polish sono impiegati per la realizzazione di servizi beauty. Da notare il tappo usato come porta-anello}

{Rachel è una vera fan degli specchi ed è letteralmente innamorata di questo tavolo che le trasmette una sensazione di infinito}

{l'area soppalcata dell'ufficio, il posto in cui si rifugia quando cerca un po' di quiete}

Credits: The Coveteur

3 comments:

Robilandia ha detto...

Io, in questo ufficio, potrei anche morirci. Di una morte lenta e dolorosa, possibilmente, per restarci il più possibile. E sarebbe comunque il momento più gradevole della mia vita... Ho detto tutto. Adesso vado a deprimermi pensando al reparto in cui invece praticamente vivo!
R.

patatina ha detto...

...non si può scrivere che mi ruberei tutto????

Cristina Elle ha detto...

Hihihi sarebbe comunque un dolce-sepolcro (tipo egizi che si facevano seppellire con tonnellate di roba).
Pat certo che possiamo scriverlo, RUBIAMOCI TUTTO!!!