28 ott 2011

Focus On: Make Up - Halloween Edition

{a sinistra dall'alto: sfilata Christian Dior HC a/i11-12, rossetto alta tenuta Pupa, palette da smoky eyes Lancôme, mascara ultravolumeRimmel London, ciglia finte disegnate dalla pop star Kimberly WalshGirls Aloud By Eylure, paillettes silver in vendita in qualsiasi merceria. Al centro dall'alto: Chanel HC a/i11-12, ombretto a base di pigmenti puri Kiko, eyeliner dal colore intenso Maybelline NY, fondotinta seboequilibrante Kiko, base occhi professionale Clio for Pupa. A destra dall'alto: Christian Dior HC a/i11-12, kit per ciglia finte ELF, prodotto 3 in 1 occhi labbra e viso ELF, lip gloss ultrabrillante ELF, maxi paillettes in vendita in qualsiasi merceria}

Ma chi l'ha detto che ad Halloween si deve per forza avere una parvenza da cadavere in stato di decomposizione? Si può essere comunque carini (no non fonderò il "Partito dei carini" e no, non ho perso il foglio del come) ed originali senza per forza adottare un look terrificante al limite del decoro. Chiudete a chiave i super inflazionati costumi da strega, zucca, vampiro, zombie, diavoletta, suora-sexy-residuo-di-carnevale, mollate il lenzuolo coi buchi al suo destino e rubate pari pari i make up delle FW. Magari ad una di quelle buone e meno abusate come l'Alta Moda parigina, in ogni caso il punto è quello di catalizzare l'attenzione sul viso e far passare ciò che indosserete in secondo piano.  Levatevi quindi il ghigno da Jack-o'-lantern (no non è partenopeo) e mettetevi all'opera per un vero e proprio lavoro da Atelier di Bellezza.  Si tratta solo di avere a disposizione un po' di colla, non vinilica possibilmente, per il viso e strumenti/accessori di maquillage che praticamente si trovano in tutti i beauty case. Peter Philips, make up artist per Chanel, ci dà un perfetto esempio di intensità dello sguardo: total black sugli occhi e minimal acqua e sapone sul resto del viso. Molto più ridondante il trucco proposto da Path McGrath per Christian Dior: unisce la discoglam all'art déco in un gioco di micro e macro da far impallidire le proporzioni. Il risultato è che il viso ne esce illuminato e... very fascinating. Un lavoro meticoloso ma nemmeno così difficile, bastano un paio di pinzette e un giro in merceria. Altre alternative? La sezione Halloween di Clio MakeUp è veramente una miniera!